Re: disoccupazione con requisiti ridotti

  • Partecipante
    gabrieledagostino del #46422

    l’INPS riconosce il diritto nell’ipotesi in cui l’indennità con requisiti ridotti vada a indennizzare un periodo di disoccupazione precedente al rapporto di lavoro che ha dato luogo al pagamento dell’indennità con requisiti normali, cioè un periodo che, in quanto trascorso,non poteva essere indennizzato con l’indennità con requisiti normali.
    L’interpretazione che dovremmo dare a questa circolare sarebbe la seguente:
    Lavoratore che usufruisce della Dis.ordinaria er un periodo inferiore a 180 giorni,ipotesi 100 giorni, i restanti giorni, parliamo di un rapporto di lavoro instaurato nel 2010 si usufruisce della Dis.ord nel 2011,per un periodo di 100 giorni, nel 2011 si riapre il rapporto di lavoro per altri 100 giorni, l’inps pagherà al lavoratore i restanti 80 giorni giusto,ma con la RR corretto?

    Ps: una bellissima discussione 😀 questa..

    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #46423

    Dipende da che disoccupazione vuole chiedere, in teoria secondo me quella persona potrebbe rifare domanda di disoccupazione ordinaria…

    Quello che conta nella cumulabilità fra disoccupazione e disoccupazione RR è che si riferisca a due periodi diversi. Metti caso che

    – io ho lavorato fino ad aprile 2011;
    – poi ho lavorato da agosto a novembre.

    Proprio allo scadere di quest’ultimo contratto ho raggiunto le 52 settimane e avendo il requisito dell’anzianità faccio domanda e inizio a percepire la disoccupazione ordinaria.

    A gennaio 2012 posso fare domanda di disoccupazione RR che coprirà il periodo precedente a novembre, quindi le due disoccupazioni si cumulano perchè riguardano due periodi diversi…

    Partecipante
    gabrieledagostino del #46424

    Ma in questo caso antonio correggimi se sbaglio, la RR, andrà a coprire i restanti giorni non percepiti di dis.ordinaria giusto?
    stando alla circolare, si desume questo.

    Partecipante
    fernando del #46425

    Ti pongo un altro quesito Antonio, che mi riguarda personalmente. Ho percepito l’ordinaria per il periodo dal 08/01/2011 al 08/09/2011. Ho ripreso a lavorare dal 04/10/2011 e licenziato il 31/01/2012. Non mi hanno accettato la ds ridotta perchè ho già avuto nel 2011 il massimo indennizzabile. Il mese scorso ho rifatto quella ordinaria, tanto non ci perdo niete a farla. Conteggiando il biennio febbraio 2011/gennaio 2012 i 52 contributi settimanali ci sono anche se nel mezzo c’è la ds ordinaria. Secondo me ho possibilità zero che me l’accolgano. Cosa ne pensi? Grazie.

    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #46426

    @fernando wrote:

    Ti pongo un altro quesito Antonio, che mi riguarda personalmente. Ho percepito l’ordinaria per il periodo dal 08/01/2011 al 08/09/2011. Ho ripreso a lavorare dal 04/10/2011 e licenziato il 31/01/2012. Non mi hanno accettato la ds ridotta perchè ho già avuto nel 2011 il massimo indennizzabile. Il mese scorso ho rifatto quella ordinaria, tanto non ci perdo niete a farla. Conteggiando il biennio febbraio 2011/gennaio 2012 i 52 contributi settimanali ci sono anche se nel mezzo c’è la ds ordinaria. Secondo me ho possibilità zero che me l’accolgano. Cosa ne pensi? Grazie.

    Se hai le 52 settimane puoi riprendere l’ordinaria, l’unica regola da rispettare in questo caso è il coiddetto anno mobile, ti lascio il link dove puoi vedere come funziona: http://www.inps.it/portale/default.aspx?sID=0%3B5773%3B5774%3B5775%3B5790%3B5791%3B5795%3B&lastMenu=5795&iMenu=1

    Trovi la spiegazione a fondo pagina… se hai dubbi sono qui 😉

    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #46427

    @gabrieledagostino wrote:

    Ma in questo caso antonio correggimi se sbaglio, la RR, andrà a coprire i restanti giorni non percepiti di dis.ordinaria giusto?
    stando alla circolare, si desume questo.

    Si, più o meno è questo il senso della circolare… poi devi tener conto delle 240 giornate che dicevamo prima e di un’altra regoletta che si chiama carenza… la carenza è il periodo che passa dal giorno in cui si è licenziati al giorno in cui si fa la domanda di disoccupazione ordinaria, per questo periodo non può essere richiesta disoccupazione RR

    Partecipante
    fernando del #46428

    Ho letto attentamente il link che mi hai inviato, se ho capito bene dovrei entrarci da subito visto che avevo iniziato l’anno mobile il 08/gennaio 2011?

    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #46429

    @fernando wrote:

    Ho letto attentamente il link che mi hai inviato, se ho capito bene dovrei entrarci da subito visto che avevo iniziato l’anno mobile il 08/gennaio 2011?

    A quanto pare si, se l’altra disoccupazione è iniziata a gennaio, poi questa è conclusa, hai ricominciato a lavorare per un breve periodo e ora hai di nuovo i requisiti non dovresti avere problemi a ricominciare la disoccupazione 😉

    Partecipante
    gabrieledagostino del #46430

    Essendo in tema, avrei anche io un quesito,
    un cliente che ha lavorato con contratto di lavoro edile, ha svolto attività regolare dal 2006 al 2011, in tutto il periodo 2011 ha usufruito della dis.ordinaria.
    La mia domanda è, facendo fronte all’anno mobile, il soggetto in questione adesso non sta più usufruendo della dis. perchè terminata, avendo la possibilità di farsi assumere presso un’azienda agricola per 102 giornate cioè 3 mesi di lavoro, a partire dal primo gennaio 2013 questo può riprendere a parcepire la dis.ordinaria?

    Partecipante
    fernando del #46431

    Gabriele credo che nel caso da te descritto il richiedente che fa l’odinaria nel 2013 deve sempre avere i 52 contributi nel biennio. E a questo punto, se ha i requisiti giusti, non c’è bisogno dell’anno mobile ma ci entra normalmente.

Stai visualizzando 10 post - dal 11 a 20 (di 29 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.